INDAGINE SONICA - SO

Il metodo

Questa prova non distruttiva applicabile principalmente alle strutture portanti è di fondamentale importanza se ci si vuole approfondire la conoscenza di paramenti in muratura o sasso.

La sua scarsissima invasività consente di estendere l’indagine a qualunque punto della struttura, consentendo di mappare in modo sistematico ed esaustivo qualunque paramento, individuando vuoti, lacune e disomogeneità.

Normativa di riferimento

NTC 2008, UNI 10627-1997

Strumentazione

Martello strumentato, sensore (ad es. accelerometro). Entrambi i dispositivi sono collegati ad un amplificatore di segnale e ad un convertitore analogico-digitale per la visualizzazione e registrazione dei dati.

Applicazioni

Lo scopo dell’indagine è quello di acquisire indicazioni di natura qualitativa sulla consistenza della muratura e sulla presenza di cavità, fessure o eterogeneità di materiale intercettate lungo il percorso di trasmissione dell’onda. E’ altamente consigliata nel caso di studi di vulnerabilità sismica oppure in interventi di restauro, soprattutto nel caso si interventi di consolidamento (verifica pre e post intervento).

Inoltre le prove soniche sono una prova non distruttiva che costituisce un valido strumento per avere un’indicazione qualitativa sull’omogeneità della tipologia muraria in punti differenti di una struttura al fine di ottenere un quadro complessivo il più esaustivo possibile.

Le misure soniche di velocità possono essere svolte secondo più modalità:

  • diretta o in trasparenza;
  • indiretta o superficiale;
  • semidiretta o radiale;
  • tomografia.
TORNA SU