MARTINETTI PIATTI

Il Metodo

La prova con martinetto piatto singolo permette di stimare lo stato di tensione locale presente nelle strutture murarie.

La prova con martinetto piatto doppio consente di determinare le caratteristiche di deformabilità della muratura, nonché di fornire una indicazione sul valore di resistenza della stessa.

Normativa di riferimento

NTC 2008, ASTM C 1196-09 e 1197-09 e RILEM LUM D3 (1994).

Strumentazione

Martinetti Piatti rettangolari o semicircolari, Raccordi, Kit Oleodinamico, Manometro, tubi flessibili.

Applicazione

La prova con martinetti piatti è un controllo non distruttivo e si prefigge di valutare le caratteristiche di deformabilità locali della muratura  e si esegue su elementi strutturali in muratura portante (mattoni pieni e pietra).

 

FORMAZIONE

L'indagine con Martinetti Piatti Singoli e Doppi è una metodologia che prevede la redazione di report d'indagine, un Esame Generale relativo alle conoscenze della muratura e un Esame Specifico per verificare le conoscenze relative alla metodologia e alla sua applicazione. Il superamento dell'Esame prevede il rilascio della certificazione e del patentino di II livello in MT (Prova con Martinetti Piatti). Il metodo è inserito nel contesto delle indagini eseguite per la caratterizzazione della Muratura.

Richiedi un PREVENTIVO

PROVE SUL CAMPO

L'indagine con Martinetti Piatti è un indagine che si applica alla muratura esistente. L’indagine  è forse l’unica disponibile al momento in grado di fornire delle informazioni attendibili sulle principali caratteristiche meccaniche di una struttura muraria in termini di deformabilità, stato di sforzo e resistenza. La prova viene eseguita utilizzando dei martinetti piatti, contrastati nell’applicazione dello sforzo ad un limitato volume murario, dall’intera massa muraria sovrastante.

Clicca e scopri le prove sul campo.

Richiedi un PREVENTIVO

TORNA SU