Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Sismica a Rifrazione per la conoscenza del sottosuolo

8 novembre

€250

La tecnica della Sismica a Rifrazione consente di valutare alcune caratteristiche fondamentali (Vs30) per il calcolo della risposta sismica di un sito ai sensi delle NTC 2008.

La realizzazione di indagini sismiche basate sulla tecnica a rifrazione necessita il posizionamento in  superficie, con geometria nota e prefissata, di uno stendimento lineare e, preferibilmente regolare, di geofoni (generalmente dei velocimetri), che registrano le vibrazioni prodotte da una sorgente impulsiva di sollecitazione dinamica: di tipo verticale per il rilievo delle onde di compressione (P) e di tipo orizzontale per l’analisi delle onde di taglio polarizzate orizzontalmente (SH). Ai fini della ricostruzione della geometria e del relativo profilo di velocità sismica dei sismostrati, in questa tecnica si utilizza soltanto il tempo di primo arrivo delle diverse fasi di onda di interesse (onde P ed SH).

Questa metodologia è quindi impiegata per distinguere i materiali del sottosuolo in base al parametro “velocita”: questo è infatti uno dei parametri tecnici fondamentali – che si correla con la densità, con il rapporto di Poisson, con il modulo di Joung – atto a definire la qualità dei terreni superficiali e delle rocce. Infatti se in ottica sismica bisogna arrivare a prevedere la risposta di un edificio alla sollecitazione elastica provocata da un sisma, questo concetto è legato in modo fondamentale alle caratteristiche tecniche del sottosuolo sul quale poggia l’Opera stessa.

La sismica a rifrazione – tecnica geofisica indiretta – ha sempre bisogno di progettazione adeguata e specifica (come peraltro la ben più complicata sismica a riflessione), basata sulla conoscenza dei principi del metodo.

La sismica a rifrazione è uno dei metodi geofisici per la conoscenza del sottosuolo più utilizzati dall’ingegneria civile. Il campo di utilizzo della sismica a rifrazione è molto vasto e comprende:

  • studi di carattere geotecnico e di idrogeologia (ricerca di falde idriche, ubicazione di pozzi);
  • geologia-ambientale (frane e risanamento di zone dissestate, cave, discariche, microzonazioni sismiche).

La Tecnica si distingue per essere economica e  di vasta applicabilità. Essa fornisce informazioni dettagliate e areali e i risultati sono correlati a importanti parametri geomeccanici e geotecnici.

Dettagli

Data:
8 novembre
Costo:
€250
Categoria Evento:
Tag Evento:
, ,
Sito web:
https://www.progettopsc.com/prove-geofisiche/

Organizzatore

Progetto PSC
Email:
formazione@progettopsc.com
Sito web:
https://www.progettopsc.com

Luogo

Centro Esame Progetto PSC
Via Montanara 1
Solignano Nuovo, Modena 41014 Italia
+ Google Maps
Telefono:
059-748408
Sito web:
www.progettopsc.com
TORNA SU