INDAGINE VISIVA

Il metodo

Il sopralluogo visivo viene eseguito in situ da un operatore esperto che rileva lo stato di fatto del fabbricato e lo traduce in una mappatura dettagliata dei degradi presenti.

Normativa di riferimento

NTC 2008

Strumentazione

Supporti visivi, endoscopio.

Applicazione

Il sopralluogo visivo viene realizzato nel contesto del giudizio di agibilità, per realizzare un analisi della struttura e individuare i meccanismi di danno nelle strutture in CLS ed in muratura. Permette di dare una valutazione di del degrado dei materiali e fornire un giudizio sullo stato di salute dei fabbricati. L'indagine endoscopica permette invece di realizzare una stratigrafia dei solai e delle pareti.

FORMAZIONE

L'indagine Visiva delle Opere è una metodologia che prevede la redazione di report d'indagine, un Esame Generale relativo alle conoscenze della muratura e un Esame Specifico per verificare le conoscenze relative alla metodologia e alla sua applicazione. Il superamento dell'Esame prevede il rilascio della certificazione e del patentino di II livello in VT (Esame Visivo). Il metodo è inserito nel contesto delle indagini eseguite per la caratterizzazione del CLS.
Clicca e scopri la formazione.

Richiedi un PREVENTIVO

PROVE SUL CAMPO

L'indagine Visiva è un indagine fondamentale e preventiva a ogni altra indagine diagnostica. Le informazioni rilevate in questa fase conoscitiva servono per la pianificazione della campagna d'indagini e per verificare la reale corrispondenza tra progetto e stato di fatto. Il sopralluogo è poi mirato alla valutazione del degrado degli elementi strutturali e non strutturali e all'identificazione dei punti in cui è visibile - anche ad occhio nudo - una carenza nella conservazione di materiali e strutture. I Tecnici eseguono l'indagine e compilano u report dettagliato che servirà poi a corredo di qualsiasi altra indagine.
Clicca e scopri le prove sul campo.

Richiedi un PREVENTIVO

TORNA SU