Normativa di riferimento:

UNI EN 583-1:2004
Prove non distruttive - Esame ad ultrasuoni - Parte 1: Principi generali

UNI EN 583-2:2004
Prove non distruttive - Esami ad ultrasuoni - Parte 2: Regolazione della sensibilità e dell'intervallo di misurazione della base dei tempi

UNI EN 583-3:1998
Prove non distruttive - Esame ad ultrasuoni - Tecnica per trasmissione

UNI EN 583-4:2004
Prove non distruttive - Esame ad ultrasuoni - Parte 4: Esame delle discontinuità perpendicolari alla superficie

UNI EN 583-5:2004
Prove non distruttive - Esame ad ultrasuoni - Parte 5: Caratterizzazione e dimensionamento delle discontinuità

UNI EN 12223:2001
Prove non distruttive - Esame ad ultrasuoni - Specifica per blocco di taratura N° 1.

UNI EN 27963:1994
Saldature in acciaio. Blocco di riferimento N° 2 per il controllo mediante ultrasuoni delle saldature.

Strumentazione utilizzata per eseguire la prova: 

Ultrasuoni, sonde e centralina.

Applicazione:

Le onde sonore ad alta frequenza vengono introdotte nel materiale da esaminare e sfruttando la propagazione e la riflessione, dovuta alle possibili irregolarità di queste onde,  vengono determinati difetti superficiali o interni.

L’indagine con ultrasuoni permette di rivelare sia difetti superficiali che difetti in profondità.

l metodo degli ultrasuoni viene generalmente impiegato nell’industria metallurgica ma l’invecchiamento delle infrastrutture, dalle strade alle costruzioni ai velivoli, ha presentato un nuovo insieme di ambiti di misura, ricerca e di evoluzione.

Attraverso il Controllo a Ultrasuoni si possono rilevare ad esempio:

Porosità: eco pulita, a fronte ripido e di altezza relativamente piccola; ruotando la sonda l’eco scompare rapidamente; con un movimento di rivoluzione l’eco permane con altezza costante;

Scoria: eco frastagliata relativamente bassa a base larga con forma di “abete”; con il movimento orbitale della sonda si ha variazione di altezza attraverso una serie di echi massimi e minimi;

Cricca: eco pulita, a fronte ripido, di altezza notevole; con la rotazione della sonda l’eco varia in altezza di conseguenza all’andamento tortuoso del difetto; con la rivoluzione l’eco decade rapidamente;

Incisione marginale: eco pulita, a fronte ripido; si identifica con la localizzazione dello stesso;

Mancanza di fusione e incollatura: eco pulita, a fronte ripido e di altezza rilevante; scompare rapidamente con la rotazione e rivoluzione della sonda; permane in posizione e altezza spostando la sonda parallelamente al giunto;

Incompleta penetrazione: stesso comportamento dell’eco della mancanza di fusione;

Nido di pori: eco frastagliata a causa della sovrapposizione e affiancamento delle riflessioni provocate dai singoli pori; muovendo la sonda la forma dell’eco rimane invariata e le indicazioni dei singoli pori variano in altezza e posizione.

In definitiva il controllo ad ultrasuoni è un mezzo rapido, efficace ed economico per il controllo volumetrico di strutture e componenti sia di forma semplice che complessa.

FORMAZIONE

L'indagine con Ultrasuoni è una metodologia che prevede la redazione di 3 report d'indagine su campioni, un Esame Generale relativo alle conoscenze su acciaio e saldature e un Esame Specifico per verificare le conoscenze relative alla metodologia e alla sua applicazione. Il superamento dell'Esame prevede il rilascio della certificazione e del patentino di II livello in UT (Esame con li Liquidi Penetranti) un patentino obbligatorio per gli operatori che eseguono questo tipo di controllo sulle componenti saldate. 

La parte teorica verrà affrontata in aula con il supporto di Simula, un software multimediale per la formazione del personale addetto ai CND.

Simula viene utilizzato da:
- importanti centri di formazione come supporto didattico nei corsi di certificazione CND.
- grandi aziende italiane e straniere per l'addestramento del proprio personale
- diverse Università ed Istituti italiani e stranieri (Inghilterra, Stati Uniti e Canada...).

Clicca e scopri la formazione.

Richiedi un PREVENTIVO

PROVE SUL CAMPO

Mediante ultrasuoni è possibile il controllo di giunti saldati per fusione di materiali metallici (spessore≥8 mm) al fine di rilevare al loro interno la presenza di imperfezioni che ne possano pregiudicare la resistenza meccanica. Il controllo ultrasonoro spessimetrico viene utilizzato la dove si voglia ricercare lo spessore di parete di recipienti in pressione e tubazioni, strutture e componenti.
Clicca e scopri le prove sul campo.

Richiedi un PREVENTIVO

TOP ;