I Corsi per la formazione del personale che opera nel SETTORE INDUSTRIALE

II livello Bureau Veritas secondo la UNI EN ISO 9712:2012 e ISO 17024:2012

Corsi di Formazione Settore Industriale

Il percorso formativo sulle Prove Non Distruttive applicate all'Acciaio e ai giunti saldati prevede la formazione per l'accesso all'esame di II livello nelle metodologie d'Indagine applicate per il controllo qualitativo delle saldature e delle componenti in acciaio. Lo scopo di queste indagini è quello di verificare la presenza di cricche, porosità e difetti di saldatura che possono compromettere la tenuta della saldatura e quindi l'intero componente analizzato.

  • Visual Testing (tecniche che permettono l'osservazione diretta di superfici anche se poste in zone remote o inaccessibili, i metodi più avanzati permettono la rilevazioni anche di difetti interni ai materiali. I metodi ottici permettono di rilevare un numero vastissimo di difetti quali cricche, corrosioni, alterazioni di colore dovuti a surriscaldamenti, erosioni, deformazioni, irregolarità della finitura superficiale, errori di montaggio di sistemi meccanici, variazioni dimensionali. Le valutazioni vengono fatte sulle base di specifici criteri di accettabilità dei difetti); CLICCA PER MAGGIORI INFO SUL METODO 
  • Magnetoscopia/Particelle Magnetiche (è un mezzo sensibile per la localizzazione, in materiali ferromagnetici, di cricche piccole e poco profonde. Il principio del metodo si basa sulla deviazione che le linee del campo magnetico indotto in un materiale subiscono in presenza di una discontinuità); CLICCA PER MAGGIORI INFO SUL METODO
  • Liquidi Pentranti  (il metodo con liquidi penetranti è adatto a rilevare difetti affioranti di qualunque tipo, a condizione che siano comunicanti con la superficie. Possono essere rilevati difetti in fusioni come giunzioni fredde, cricche da ritiro, etc. , in saldatura come porosità, cricche a caldo, cricche a freddo etc. , di fabbricazione come cricche di tempra, filature, sdoppiature di laminazione, etc. , e di servizio come cricche di fatica, di tensocorrosione, etc. Il metodo non è vincolato al tipo di materiale od alla sua struttura; il materiale tuttavia non deve essere poroso, come certi materiali ceramici. Possono essere controllati: acciaio, alluminio, materiali compositi, ghisa, etc.) CLICCA PER MAGGIORI INFO SUL METODO

In base alle norme di riferimento per la formazione del personale addetto ai CND, la UNI EN ISO 9712:2012 e la ISO 17024:2012 e il regolamento interno di riferimento Bureau Veritas per la certificazione del personale addetto alle Prove Non Distruttive - settore Industria, nel Corso valido per l'accesso all'esame di certificazione in Visual Testing (VT)  il candidato affronterà un percorso formativo composto da:

  • Sessione E-Learning;
  • Sessione di aula frontale: in aula il candidato, dopo aver affrontato alcuni aspetti teorici maggiormente rilevanti, si dedicherà alle esercitazioni pratiche con l'utilizzo dello strumento su campioni d'esame registrati. Su tali campioni, in funzione dell'Esame di Certificazione finale si eserciterà nella realizzazione dei report d'indagine. Sarà suo compito redarre anche le istruzioni operative di I livello;
  • Sessione d'Esame di II livello. L'esame sarà composto dalla redazione delle Istruzioni di I livello, di 3 Report su tre campioni scelti dall'esaminatore e la compilazione del report del quiz a domande chiuse (4 risposte - 1 giusta) nella sua parte generale e specifica per il metodo.

L'esame sarà superato se si raggiungerà almeno il 70% in tutte le prove somministrate.

Il superamento dell'esame prevede la comunicazione dei dati e dell'esito dell'esame del candidato da parte della segreteria corsi PSC all'ufficio Bureau Veritas competente che provvederà all'emissione e all'invio del Certificato e del Patentino di II livello dell'operatore in Visual Testing (VT).

Per gli operatori che effettuano questo tipo di controllo il possesso del patentino è obbligatorio secondo le norme vigenti.

CLICCA PER MAGGIORI INFO SUL METODO

In base alle norme di riferimento per la formazione del personale addetto ai CND, la UNI EN ISO 9712:2012 e la ISO 17024:2012 e il regolamento interno di riferimento Bureau Veritas per la certificazione del personale addetto alle Prove Non Distruttive - settore Industria, nel Corso valido per l'accesso all'esame di certificazione in Magnetoscopia (MT)  il candidato affronterà un percorso formativo composto da:

  • Sessione E-Learning;
  • Sessione di aula frontale: in aula il candidato, dopo aver affrontato alcuni aspetti teorici maggiormente rilevanti, si dedicherà alle esercitazioni pratiche con l'utilizzo dello strumento su campioni d'esame registrati. Su tali campioni, in funzione dell'Esame di Certificazione finale si eserciterà nella realizzazione dei report d'indagine. Sarà suo compito redarre anche le istruzioni operative di I livello;
  • Sessione d'Esame di II livello. L'esame sarà composto dalla redazione delle Istruzioni di I livello, di 3 Report su tre campioni scelti dall'esaminatore e la compilazione del report del quiz a domande chiuse (4 risposte - 1 giusta) nella sua parte generale e specifica per il metodo.

L'esame sarà superato se si raggiungerà almeno il 70% in tutte le prove somministrate.

Il superamento dell'esame prevede la comunicazione dei dati e dell'esito dell'esame del candidato da parte della segreteria corsi PSC all'ufficio Bureau Veritas competente che provvederà all'emissione e all'invio del Certificato e del Patentino di II livello dell'operatore in Magnetoscopia (MT).

Per gli operatori che effettuano questo tipo di controllo il possesso del patentino è obbligatorio secondo le norme vigenti.

CLICCA PER MAGGIORI INFO SUL METODO

In base alle norme di riferimento per la formazione del personale addetto ai CND, la UNI EN ISO 9712:2012 e la ISO 17024:2012 e il regolamento interno di riferimento Bureau Veritas per la certificazione del personale addetto alle Prove Non Distruttive - settore Industria, nel Corso valido per l'accesso all'esame di certificazione in Liquidi Penetranti (PT)  il candidato affronterà un percorso formativo composto da:

  • Sessione E-Learning;
  • Sessione di aula frontale: in aula il candidato, dopo aver affrontato alcuni aspetti teorici maggiormente rilevanti, si dedicherà alle esercitazioni pratiche con l'utilizzo dello strumento su campioni d'esame registrati. Su tali campioni, in funzione dell'Esame di Certificazione finale si eserciterà nella realizzazione dei report d'indagine. Sarà suo compito redarre anche le istruzioni operative di I livello;
  • Sessione d'Esame di II livello. L'esame sarà composto dalla redazione delle Istruzioni di I livello, di 3 Report su tre campioni scelti dall'esaminatore e la compilazione del report del quiz a domande chiuse (4 risposte - 1 giusta) nella sua parte generale e specifica per il metodo.

L'esame sarà superato se si raggiungerà almeno il 70% in tutte le prove somministrate.

Il superamento dell'esame prevede la comunicazione dei dati e dell'esito dell'esame del candidato da parte della segreteria corsi PSC all'ufficio Bureau Veritas competente che provvederà all'emissione e all'invio del Certificato e del Patentino di II livello dell'operatore in Liquidi Penetranti (PT).

Per gli operatori che effettuano questo tipo di controllo il possesso del patentino è obbligatorio secondo le norme vigenti.

CLICCA PER MAGGIORI INFO SUL METODO

In base alle norme di riferimento per la formazione del personale addetto ai CND, la UNI EN ISO 9712:2012 e la ISO 17024:2012 e il regolamento interno di riferimento Bureau Veritas per la certificazione del personale addetto alle Prove Non Distruttive - settore Industria, nel Corso valido per l'accesso all'esame di certificazione in Ultrasuoni (UT)  il candidato affronterà un percorso formativo composto da:

  • Sessione E-Learning;
  • Sessione di aula frontale: in aula il candidato, dopo aver affrontato alcuni aspetti teorici maggiormente rilevanti, si dedicherà alle esercitazioni pratiche con l'utilizzo dello strumento su campioni d'esame registrati. Su tali campioni, in funzione dell'Esame di Certificazione finale si eserciterà nella realizzazione dei report d'indagine. Sarà suo compito redarre anche le istruzioni operative di I livello;
  • Sessione d'Esame di II livello. L'esame sarà composto dalla redazione delle Istruzioni di I livello, di 3 Report su tre campioni scelti dall'esaminatore e la compilazione del report del quiz a domande chiuse (4 risposte - 1 giusta) nella sua parte generale e specifica per il metodo.

L'esame sarà superato se si raggiungerà almeno il 70% in tutte le prove somministrate.

Il superamento dell'esame prevede la comunicazione dei dati e dell'esito dell'esame del candidato da parte della segreteria corsi PSC all'ufficio Bureau Veritas competente che provvederà all'emissione e all'invio del Certificato e del Patentino di II livello dell'operatore in Ultrasuoni (UT).

Per gli operatori che effettuano questo tipo di controllo il possesso del patentino è obbligatorio secondo le norme vigenti.

CLICCA PER MAGGIORI INFO SUL METODO

TOP ;