SCARICA IL CATALOGO CORSI E SERVIZI

VISUAL TESTING (ASTM A802)

è un indagine attuata dall’operatore che controlla visivamente le saldature, ricorrendo all’utilizzo di supporti (lenti, luci artificiali ad alta potenza) e fornisce un’interpretazione della qualità delle stesse basandosi su specifici criteri di accettabilità.
LEGGI di PIU' SETTORE INDUSTRIALE
Visual Testing (VT)

L’indagine è utile per rilevare specifiche caratteristiche superficiali e/o dimensionali di macchine, impianti e manufatti. Le principali applicazioni si ritrovano nei settori industriali, a partire dalla fabbricazione di materie prime fino al controllo di prodotti finiti e ispezioni durante il servizio. Alcune applicazioni specifiche sono l'ispezione visiva di moduli fotovoltaici (ASTM E1799), l' esame visivo della qualità di getti di fusione di acciaio e ferro (ISO 11971). Il metodo Visivo, dato per preliminare scontato degli altri metodi, ha assunto negli ultimi anni dignità propria, quando ci si è resi conto che controlli di questo tipo presupponevano comunque addestramento e competenze specifiche, ma soprattutto quando la tecnologia ha messo a disposizione potenti strumenti in grado di analizzare superfici remote e/o ingrandite opportunamente.

L'interpretazione e la valutazione dei risultati viene effettuata oggettivamente dall'operatore in base a specifici parametri di accettabilità della particolare difettologia del componente in esame.

I controlli visivi vengono generalmente utilizzati per rilevare specifiche caratteristiche superficiali e/o dimensionali quali allineamenti, forme e dimensioni di componenti di macchine, di impianti e di manufatti, stato delle superfici.

MAGNETOSCOPIA (ISO 17638 e ISO 23279, EN 1369)

metodo molto utilizzato anche nell’industria aeronautica e spaziale e nelle fonderie (EN 1369), controllo di componenti forgiati (EN 10228-1) e tubi in acciaio (EN 10246).
LEGGI DI PIU SETTORE INDUSTRIALE
Magnetoscopia (MT)

Questa tecnica di controllo si basa sull'analisi delle variazioni nel campo magnetico che si verificano in presenza di difetti superficiali o sub-superficiali.

I difetti facilmente rilevabili attraverso questo metodo sono: cricche, mancanza di fusione, sfogliature, ripiegature. Può essere applicato solo su materiali ferromagnetici (es. ferro,nichel, cobalto ed alcune delle loro leghe).

INDAGINE CON LIQUIDI PENETRANTI (ISO 23277)

è un metodo particolarmente idoneo per localizzare ed evidenziare discontinuità superficiali (cricche, porosità) su acciai, leghe di rame e di alluminio senza alcuna limitazione della forma dei componenti stessi.
LEGGI DI PIU' SETTORE INDUSTRIALE
Liquidi Penetranti (PT)

L'ispezione con Liquidi Penetranti è un metodo particolarmente idoneo per evidenziare e localizzare discontinuità superficiali, quali cricche, porosità, ripiegature, in modo veloce ed economico e con grande accuratezza su tutte le tipologie di materiali, acciai, leghe di rame, leghe di alluminio, vetro, plastica ad altro, senza alcuna limitazione della forma dei componenti stessi.

Permette di valutare solo però le discontinuità affioranti in superficie. Le applicazioni: ispezioni con Liquidi penetranti in fonderia (EN 137), su componenti forgiati (EN 10228-2); tubi in acciaio (EN 10246-11); esame con liquidi penetranti di recipienti in pressione (ASME V, art. 6 e 24).

 

INDAGINE AD ULTRASUONI (ISO/DIS 17640; EN 583)

è un metodo di controllo volumetrico, che a differenza dei precedenti metodi superficiali permette di evidenziare i difetti più profondi, lo spessore dei materiali (EN 14127), la distanza e lo spessore delle difettosità.
LEGGI di PIU' SETTORE INDUSTRIALE
Indagine a Ultrasuoni (UT)

ll controllo non distruttivo mediante Ultrasuoni nel settore industriale consiste nellíintroduzione nel materiale di onde sonore ad alta frequenza e nellíanalisi delle variazioni delle caratteristiche delle onde riflesse e trasmesse. Lo scopo Ë quello di evidenziare difetti, misurare lo spessore dei materiali, la distanza e la dimensione delle difettosit‡. Per questo metodo di controllo si utilizzano delle sonde o trasduttori,che contengono un particolare componente chiamato cristallo piezoelettrico,in grado di trasformare líimpulso elettrico in una vibrazione meccanica che genera onde sonore immesse allíinterno del materiale da analizzare. Le onde sonore ad alta frequenza vengono introdotte nel materiale da esaminare e sfruttando la propagazione e la riflessione, dovuta alle possibili irregolarit‡ di queste onde,  vengono determinati difetti superficiali o interni. Líindagine con Ultrasuoni permette di rivelare sia difetti superficiali che difetti in profondit‡. ll metodo degli Ultrasuoni viene generalmente impiegato nellíindustria metallurgica, per controllare líinvecchiamento delle infrastrutture,  le strade, nei processi di costruzione, settore aeronautico. Il controllo ha presentato un nuovo insieme di ambiti di misura, ricerca e di evoluzione. Attraverso il Controllo a Ultrasuoni si possono rilevare ad esempio: Porosit‡; Scoria; Cricca; Mancanza di fusione e incollatura; Incompleta penetrazione; Nido di pori.

TOP ;