Monitoraggio dei quadri fessurativi

Strumentazione utilizzata per eseguire la prova: 

Fessurimetri e deformometri. Trasduttori di spostamento.

Applicazione:  

La presenza di un quadro fessurativo in una struttura (più o meno articolato) da origine, indubbiamente, ad una possibile diminuzione nel tempo dei margini di sicurezza globali o locali dovuti a fenomeni fisiologici o patologici. Quando il quadro fessurativo di una struttura è in evoluzione occorre predisporre apposito monitoraggio con indagini deformometriche dei movimenti attivi e delle rotazioni per delineare l’origine, l’entità e le leggi evolutive del fenomeno, allo scopo di definire il tipo di intervento e di controllarne gli esiti.

Il monitoraggio dei quadri fessurativi, inteso come la misura degli spostamenti nel tempo di una "crepa" , rappresenta l'area più sviluppata e nota di questa branca del campo della diagnosi strutturale. 

I monitoraggi di quadri fessurativi possono essere classificati come Monitoraggi Meccanici e Monitoraggi Elettronici.

Nel monitoraggio elettronico il controllo dell'evoluzione dei quadri fessurativi avviene in modo continuo attraverso dei sensori che potremmo classificare appunto come "elettronici" i quali vengono collegati (via cavo, wireless, radio) a sistemi di acquisizione (datalogger) che rilevano e registrano i segnali provenienti dai sensori. Tali valori possono essere consultati in tempo reale da remoto e/o inviati direttamente al tecnico (email-sms) al superamento delle soglie di allarme pre-impostate.

Nel sistema di monitoraggio meccanico (manuale) l'utilizzo di attrezzature per la verifica dell'evoluzione dei quadri fessurativi avviene in sito direttamente dall'operatore. 

FORMAZIONE

Il monitoraggio è una metodologia che prevede la redazione di report d'indagine, un Esame Generale relativo alle conoscenze del materiale CLS e un Esame Specifico per verificare le conoscenze relative alla metodologia e alla sua applicazione. Il superamento dell'Esame prevede il rilascio della certificazione e del patentino di II livello in SC (Esame Sclerometrico). Il metodo è inserito nel contesto delle indagini eseguite per la caratterizzazione del CLS.
Clicca e scopri la formazione.

Richiedi un PREVENTIVO

PROVE SUL CAMPO

I tecnici eseguono sia montaggi elettronici che meccanici. L'indagine consiste nella misurazione di spostamenti e rotazioni al fine di delineare l'origine, l'entità e l'evoluzione del fenomeno di "ampliamento" di una crepa o fessura. Le operazioni di misura devono avvenire in tempo reale ed il controllo deve avere una durata prolungata nel tempo (18 mesi - fenomeni di stagionalità - temperatura). La progettazione del sistema corretta di monitoraggio è influenzata da diversi fattori che possono essere tecnici, ambientali, economici.
Clicca e scopri le prove sul campo.

Richiedi un PREVENTIVO

TOP ;